"Sejer si trovò dunque affiancato da Skarre, un giovane agente riccioluto che aveva la metà dei suoi anni. Era un ragazzo di bassa statura, gioviale, allegro e ottimista, che parlava usando a cascata espressioni dialettali della Norvegia meridionale"

La ragazza del lago - Karin Fossum (pagina 27)