"Raymond, per contro, era occupato in ben altre faccende. Seduto al tavolo di cucina, incollava in un quaderno le figurine di Tom e Jerry e di Titti e gatto Silvestro. Il lampadario era acceso, suo padre faceva la pennichella, la radio trasmetteva musica richiesta dagli ascoltatori con dediche del tipo : "Buon compleanno a te, Glenn, da parte della nonna". Senza perdersi una nota del programma, Raymond annusò lo stick della colla e ne sentì il gradevole odore di mandorla. Non si accorse dell'uomo che lo fissava attraverso il vetro della finestra "

La ragazza del lago - Karin Fossum (Pagina 88)