Andare a casa - Max Vos
"Arrossii, le mie mani cominciarono a tremare e presi consapevolezza di me stesso e non mi piaceva affatto quello che stavo scoprendo. Non ero diverso da nessun predicatore del midwest che alzava cartelli “Dio odia i froci”. Io, tra tutte le persone, ero entrato nella vita di questi due uomini con dei pregiudizi e con dei preconcetti. Chiunque poteva vedere quanto si amassero. Chi ero io per giudicare le relazioni altrui, soprattutto, visto che non ne avevo mai avuta una in tutta la mia vita? Imbarazzato dai miei stessi pensieri, decisi che mi sarei dovuto prendere a calci in culo, e che avrei dovuto presto rivalutare tutta la situazione.
"